Pagine

venerdì, dicembre 31, 2004

Ultime dal pianeta pksoft.it

All'interno del deposito d'opere di artigianato mentale stiamo festeggiando! Alla fine del 2004 i visitatori del dominio pksoft.it hanno raggiunto le

100.000 unita'.

Lieti ed orgogliosi di tale statistica, porgiamo a tutti, redattori, autori, collaboratori e utenti il piu' sentito e gratuito GRAZIE per la fiducia accordataci in questi anni.


pksoft

sabato, novembre 27, 2004

ULTIME DAL CONTINENTE OLEVANESE

L’Anonimo Olevanese continua a lavorare con solerzia per soddisfare la voglia di conoscere degli ormai oltre 300 lettori che ogni giorno visitano il Continente Olevanese.
Per gli appassionati della civiltà greca, comunichiamo che c’è stato un grande fermento sull’Acropoli della Grecia Antica . Sono arrivati Aiace di Oileo e di Sisifo, il più furbo dei mortali, in compagnia della grande poetessa Saffo di Lesbo, la decima musa. Si discuterà, poi, di Oratoria. Nella Necropoli degli Etruschi, parlerà di carriera, mentre nel nel Castrum di Roma antica si incontrerà Livio Andronico e ci si addentrerà nel periodo arcaico della letteratura latina. In Olevano e dintorni si farà la conoscenze del grande studioso di Valle, il canonico Giacinto Carucci, si giungerà a Capo Casale e si vivrà una realtà surreale Attraversando Borgo Valle. Si commenteranno i libri Gente di Dublino e 1984. Nei Soliloqui si rifletterà “Sull’esistenza” e con I due paradisi si immaginerà un’eventuale vita futura.

venerdì, novembre 26, 2004

martedì, ottobre 26, 2004

curiosita' dal pianeta PKSOFT

Da [ :-) Giso ] alcune curiosita' scientifiche e non...:

  • Il muscolo più potente del corpo umano e' la lingua;

  • Nel 1997 le compagnie aeree americane hanno risparmiato US $40.000 eliminando 1 oliva per ogni insalata;

  • Mangiare una mela e piu efficace che bere una tazzina di caffe perstare svegli;

  • Una giraffa puo pulire le proprie orecchie con la lingua;

  • Milioni di alberi nel mondo vengono piantati per caso da scoiattoli che sotterrano le loro noci e non si ricordano dove;

  • Le formiche si stiracchiano al mattino quando si svegliano;

  • Gli spazzolini da denti blu vengono usati piu di quelli rossi;

  • Il maiale e' l'unico animale oltre all'uomo che si scotta con il sole;

  • Nessuno riesce a leccare il proprio gomito, e' impossibile toccarlo con la lingua;

  • C'e' solo un cibo non deperibile: il miele;

  • I delfini dormono con un occhio aperto;

  • Un terzo di tutto il gelato venduto nel mondo e' alla vaniglia;

  • Le unghie della mano crescono mediamente 4 volte piu in fretta di quelle del piede;

  • L'occhio dello struzzo e' piu grande del suo cervello;

  • I destri vivono mediamente nove anni piu dei mancini;

  • Il "quack" di un anatra non produce eco, e nessuno sa perche;

  • E' impossibile starnutire con gli occhi aperti;

  • La "J" e' l'unica lettera che non appare sulla tabella degli elementi chimici;

  • Una goccia d'olio rende 25 litri d'acqua impropria al consumo;

  • Le scimmie ed i delfini sono gli unici animali capaci di riconoscersi davanti allo specchio;

  • Ridere durante il giorno ti fa dormire meglio di notte;

  • Il 30% degli spettatori del TG rispondono al "buonasera" alla fine delprogramma.

Circa il 70 % delle persone che leggono questo blog cercano di leccarsi il proprio gomito...

lunedì, settembre 27, 2004

Haloscan commenting and trackback have been added to this blog.

giovedì, settembre 23, 2004

ULTIME DAL CONTINENTE OLEVANESE

Non si ferma l’attività dell’Anonimo Olevanese che continua ad offrire ghiottonerie per i suoi lettori fornendo un menù sempre più vario.
Ad allietare i cultori della civiltà greca, un grandissimo personaggio è giunto
questo mese sull’Acropoli della Grecia Antica.
Si tratta nientemeno che di Simonide di Ceo, uno dei più grandi poeti lirici di ogni epoca.
Giunti nella Necropoli degli Etruschi, si farà conoscenza con le divinità tirreniche nel Pantheon etrusco.
Mentre nel Castrum di Roma antica si esamina la terza pagina delle cariche romane.
Inoltre, si parlerà di traditori e di traditi nel soliloquio “Giuda” e si commenterà il libro di Gabriel Garcia Marquez - Cronaca di una morte annunciata.
Per quanto riguarda Olevano e dintorni, l’Anonimo Olevanese ha in serbo, a brevissima scadenza, una grande sorpresa.

mercoledì, settembre 22, 2004

Studio personaggio

Ci sono grosse novità nel continente Partenopeo, pkakira, sta realizzando i bozzetti di studio sui personaggi della Partenepopea.

[Qui vediamo ritratto da varie angolazioni Guccio Capo del "branco speciale"]
(studio personaggio - guccio[01] - caracter design)
Guccio è forse l'unico personaggio veramente cyberpunk.
Di lui sappiamo poco a tuttoggi.

[Fronte o profilo?]
(studio personaggio - guccio[01] - caracter design)
Il personaggio ci pare immaturo! Ovvero le linee generali del bozzetto potrebbero anche andar bene; ma altrettanto non si può dire per il vestiario ed i dettagli degli accessori.

Voi che ne pensate, riuscireste a fare di meglio?

sabato, settembre 11, 2004

pksoft

pksoft, ha creato il proprio dominio www.pksoft.it allo scopo di far crescere un deposito d'opere d'artigianato mentale. I materiali depositati potranno non essere delle opere d'arte; ma non lo sono e non pretendono di esserlo! Si limitano ad essere delle opere d'artigianato [mentale ;-)]

giovedì, agosto 26, 2004

La domotica

L’avete presente la domotica? È quella tecnologia per la quale il vostro frigo, se manca il latte, ve lo compra. Si, si ve lo compra lui, di sua sponte! Incredibile, non è vero? In verità, io ritengo che, tale sistema funzionerebbe meglio se il vostro frigo si limitasse ad avvertirvi o a rintracciarvi sul cellulare. Senti – esordirebbe il frigo in tono HAL 9000, appena vi intercetta a passare davanti a lui – è finito il latte che faccio, lo compro? Già, perché, se voi il latte non lo voleste comprare? Se voi doveste partire l’indomani per le ferie? il latte fresco andrebbe a male nel frigo! Dopo l’arrivo di un messaggio SMS da parte del pozzetto congelatore, che si lamenta per lo strato di giaccio in formazione sulle fettine di vitella, il padrone di casa impartisce il seguente comando vocale che gli sgorga dal cuore: “NO, ho detto che NO… non lo voglio il latte, rompicoglioni di un frigo impiccione!”. Se l’intelligenza artificiale del frigo riesce ad interpretare correttamente il vostro ordine, non c’è da stupirsi che lo sentiate rispondervi: “INGRATO, SFRUTTATORE, TRIVIALE, se la metti su questo tono non mi meriti. Me ne torno alla mia fabbrica!”




La domotica,

un modo per rendere la propria cucina più accogliente e performante!



HUM

martedì, luglio 13, 2004

ULTIME DAL CONTINENTE OLEVANESE

L’Anonimo Olevanese continua la sua attività e le terre emerse del Continente Olevanese aumentano continuamente. Il menù di questo mese è particolarmente ghiotto soprattutto per gli estimatori della cultura greca.
Sull’Acropoli della Grecia Antica è giunto, infatti,  uno degli eroi più interessanti della mitologia greca, quel fortissimo Diomede autore di molteplici imprese. Sempre in quei luoghi incontriamo il poeta Esiodo, il primo scrittore greco di cui si hanno notizie certe.
Si parlerà poi brevemente della Lirica greca e si cercherà di dare qualche chiarimento sulla misteriosa e affascinante Teogonia greca.
Mentre nel Castrum di Roma antica si discute sulle origini della letteratura latina, l’Anonimo visitatore di Olevano e dintorni è giunto alla borgata Porta.
Ed inoltre:

sabato, giugno 05, 2004

Under Re-building

pksoft.it esiste da 3 anni, durante i quali abbiamo collezionato un pò di numeri, come ad esempio:
  • 45.000 = le visite al dominio (da quando è attivo il servizio statistiche);

  • 5.000 = le visite mensili al dominio (negli ultimi 4 mesi);

  • 1.000 = i file pubblicati sul dominio (comprese le immagini);

  • 116 = i testi editi dall'Anonimo olevanese;

  • 6 = i continenti da cui provengono le visite al dominio.


Tali numeri ci hanno persuaso, non solo a rinnovare il nome a dominio per un altro anno, ma anche a potenziare il supporto software e hardware allo stesso. Non con lo scopo di attrarre nuovi lettori!

NO! ...

... L'abbiamo fatto perseguendo il fine ultimo di dotare i nostri redattori e collaboratori di strumenti sempre più capaci e versatili. Tramite i quali realizzare le opere d'artigianato mentale da raccogliere nel nostro deposito.

mercoledì, maggio 19, 2004

ULTIME DAL CONTINENTE OLEVANESE

Il Continente Olevanese cresce sempre di più. I visitatori che passeggiano per le sue città aumentano giorno dopo giorno.
Tante, come sempre sono le novità: nella Necropoli Etrusca si può consultare la 8ª pagina, l’ultima dedicata alla ricerca delle origini del glorioso popolo Etrusco. Si è davvero scritto la parola “fine”?
Chi lo desidera, inoltre, può conoscere la leggendaria Tanaquilla, bella e dal forte carattere.
Sull’Acropoli della Grecia Antica è comparso il poeta giambico Archiloco che va a fare compagnia ad Ipponatte.
Nel Castrum di Roma antica passeggia il morigerato Catone Uticense, alla ricerca di disonesti da punire.
Ed inoltre:
• In Olevano e dintorni si disserta sul Carattere Morale degli Olevanesi e si può consultare la Bibliografia;
• “Epistole3” parla di tempi andati;
• Il 2° Libretto del MAO si arricchisce della 11ª pagina.

…. Buona passeggiata

venerdì, aprile 09, 2004

de "la pastiera" o "pastiera di grano"

pksoft dice:

Non importa quanto sottile tagli la fetta, la pastiera prima o poi finisce!



Una bellissima pastiera partenopea

Rif: Pasticceria Katia - Torte (vedi foto allegata)

sabato, aprile 03, 2004

LA TALPA

E’ venerdì sera, ho appena fatto la doccia e mentre decido cosa indossare prima di uscire (vado fuori con un’amica per una pizza) mi stendo sul divano che ha ormai preso la forma del mio corpo e guardo distrattamente la televisione.
Faccio zapping da un canale all’altro cercando di evitare gli spots pubblicitari e mi ritrovo a sbirciare una trasmissione ormai all’epilogo che i giornali avevano criticato in maniera positiva: “La talpa”.
La conduttrice, in pompa magna, annuncia che stasera sarà decretato il vincitore di una somma niente male e sarà stanata la talpa. Praticamente il gioco consisteva nel mettere insieme un gruppo di persone – più o meno famose – e costringerlo a vivere lontano dall’Italia cercando di superare prove fisiche/psicologiche di abilità per accumulare soldi per il montepremi ed al tempo stesso di individuare colui che era la talpa.
Scopo della talpa era invece quello di riuscire a “sabotare” le varie prove e alimentare il più possibile il sospetto tra i partecipanti al gioco. Doveva insomma cercare di evitare che il gruppo si amalgamasse troppo e diventasse più difficile da “contaminare”.
Così, mentre il televisore trasmetteva le immagini dei momenti più belli e drammatici trascorsi presso questo posto sperduto nello Yucatàn, un pensiero mi attraversa la mente: “Quante talpe siamo costretti a subire giorno dopo giorno?”
Il collega di lavoro, il vicino di casa, l’amico o l’amica interessati, i parenti, la moglie, la fidanzata, i figli …… insomma chi più ne ha più ne metta….
Chi non ha, a volte, la sensazione di essere circondato da persone che quasi ha dovuto subire che condizionano la propria vita in un modo od in un altro? Argomento spinoso che comporterebbe una disamina più approfondita che necessiterebbe un esame introspettivo a 360 gradi.
Il cellulare squilla, rispondo ed è la mia amica che mi dice di essere pronta e che posso passare a prenderla sotto casa tra mezz’ora. Non ci vediamo da qualche tempo ed io d’altro canto avevo già rinunciato ad delle uscite con lei per pigrizia (lei abita a Roma ed io in provincia), ma la sua insistenza alla fine mi hanno convinto ad accettare un’uscita con pizza.
Sarà anche lei una talpa? Cosa si aspetterà da me? E soprattutto perché avrà scelto proprio me? Mi spruzzo del profumo sulle mani quasi a voler cacciar indietro questi pensieri con l’odore penetrante che invade le mie narici e penso che il “mestiere di vivere dignitosamente è sempre più complicato”. Chiudo la porta alle mie spalle e mi tuffo nella notte romana cercando di tirar fuori le energie sufficienti ad apparire una persona divertente ed interessante.
E SE ANCH’IO FOSSI UNA TALPA …………..?????

mercoledì, marzo 10, 2004

Partenepopea :: blog[weblog] :-)- Romanzo o racconto? Cosa ne pensate?

Partenepopea :: blog[weblog] :-)- Romanzo o racconto? Cosa ne pensate? Dubbi amletici per pksoft, commentate numerosi!

Noi desideriamo ricevere i Vostri commenti. Li vogliamo, ci sono necessari! Siamo frustrati dalla scarsità di commenti ricevuti.

Ricordo ai lettori che questo sito dispone sia di commenti anonimi (urla nella folla) sia di moduli di commento integrati da informazioni aggiuntive[eventuali punti di contatto], li potete trovare in fondo ad ogni post pubblicato in tutti i blog del sistema planetario pksoft.it.
Nei commenti di questo blog è obbligatorio solo il campo "Your name".

martedì, marzo 02, 2004

Articolo de "La città" - Durante la sfilata maltrattato un maialino

Che ce ne frega del maialino, con tutti i penzier' ch' tenim' pa' cap'?

Rif: La città

giovedì, febbraio 26, 2004

UN’ISOLA TRA ISOLE

Potremmo scrivere pagine e pagine di situazioni critiche che necessiterebbero di essere sottoposte all’attenzione dell’opinione pubblica, ma ciò risulterebbe ridondante essendo ben note le questioni e la posta in gioco.
Lo scopo di questo scritto, redatto durante l’ennesima lunga sosta di un treno in ritardo sul ruolino di marcia, è quello di trovare almeno un aspetto positivo in un quadro situazionale difficile. Vorremmo essere una candela in più accesa sull’altare della speranza.
Ci sarebbe piaciuto indicare i giovani come portatori di un contagioso, nuovo e fresco respiro, purtroppo il caso ha voluto che il mio dirimpettaio ci ha quasi del tutto disillusi.
E’ un ragazzo dall’età indefinibile compresa tra i venti ed i venticinque anni, così come la ragazza che gli siede a fianco. Indossano pantaloni mimetici, anfibi e un maglione militare sdrucito in dotazione all’esercito tedesco (la bandiera teutonica svetta in bella mostra sull’avambraccio sinistro). Capelli cortissimi, quasi tagliati a zero, orecchino e pearching al naso. Sono del tutto uguali e da lontano risulterebbe difficile distinguere la ragazza che, peraltro è piuttosto carina, dal ragazzo. Ascoltano musica in cuffia ma hanno il volume molto alto tanto da riuscire a percepire le frasi mozzate di rapper americano ben noto. Mi chiedo se valga la pena sperare in loro in prospettiva di un futuro migliore. Per un momento incrocio i loro sguardi. Non hanno gli “occhi della tigre” che io avevo alla loro età. La voglia di lottare per degli ideali non è in loro. Sembrano arrabbiati come se volessero dirmi: “Guarda che questo è il Mondo che abbiamo trovato. Non siamo stati noi a ridurlo così”. Piccolo esame di coscienza e mi rendo conto che tra qualche giorno avrò quaranta anni. Troppo giovane per aver fatto il ’68 e troppo vecchio per i repentini cambiamenti che il mondo sta vivendo. Mi rendo conto che forse la mia generazione avrebbe potuto far di più e un po’ me ne vergogno.
Gli occhi si incontrano, casualmente, per l’ennesima volta e mi rendo conto che quello che credevo di aver visto non era rabbia ma paura e mi sento isola tra isole.
Un ultimo pensiero attraversa la mia mente, mentre mi accingo a scendere alla mia fermata: “Riuscirà l’Araba Fenice a rinascere dalle proprie ceneri… ancora una volta?”.

UN PENSIERO DI CONFUCIO

Quando il saggio addita il cielo, lo stolto guarda il dito. Questo pensiero di Confucio dovrebbe essere la guida dei nostri rapporti con gli altri. Non dobbiamo guardare a chi ci dice le cose, ma all’esattezza di quanto ci viene detto. Dobbiamo ascoltare gli insegnamenti della predica, non guardare il pulpito da cui viene la stessa. E ricordiamo che “sotto un mantello cencioso spesso si nasconde la saggezza”.

mercoledì, febbraio 25, 2004

ULTIME DAL CONTINENTE OLEVANESE

Le città del Continente Olevanese sono sempre più ricche e animate; il deposito è sempre più pieno per saziare abitanti e i visitatori che diventano sempre più numerosi. I turisti che passeggiano nella Necropoli Etrusca possono consultare la 7ª pagina che ci guida nella ricerca delle origini del glorioso popolo Etrusco; volendo può anche dare uno sguardo alla Bibliografia.
Sull’Acropoli della Grecia Antica, oltre ad aver notizia dell’”Eta’ Romana”, potremmo fare la conoscenza di Prometeo, il titano amico dell’umanità e consultare la Bibliografia.
Nel Castrum di Roma antica incontreremo Camilla, la vergine guerriera, tanto bella quanto eroica, e consulteremo la Bibliografia.
Ed inoltre:

  • Nella sezione “Commento Libri”, della città “C’era una volta”, assisteremo alla “Metamorfosi” di Kafka;

  • Nella sezione “Storia”, di “Ceterum dicitur” l’autore ci parlerà di un “Curioso paradosso”;

  • Nei “Soliloqui” l’Anonimo disserta “Sul lavoro degli immigrati” e scopre che …;

  • Epistole2” introduce future “sempre verdi” lettere di un tempo lontano;

  • Il 2° Libretto del MAO si arricchisce della 10ª pagina,


…. Buona passeggiata …..

domenica, febbraio 01, 2004

Logo del Blog[weblog(PKSOFT)]

Realizzazione del logo "Blog del deposito d'artigianato mentale" da parte di pkakira.

Logo del Blog[weblog(PKSOFT)]
(Questa immagine è stata realizzata nell'ambito della collaborazione del sistema planetario pksoft.it di cui il presente Blog[PKAKIRA] fa parte a pieno titolo)

DESCRIZIONE:

L'immagine rappresenta una macchina da scrivere di tipo meccanico, anche se a ben osservarla notiamo, al posto del foglio di carta, uno strano schermo traslucido sul quale compaiono delle lettere. In alto sulla destra, poi, si vede una sorta di scritta un pò deformata; come se la vedessimo attraverso una lente d'ingrandimento.

COMMENTO:

L'immagine ha la pretesa di evocare la forza della scrittura macinata o mitragliata della macchina da scrivere meccanica, unita alla tecnologia e l'innovazione del BLOG[WEBLOG]. La macchina da scrivere meccanica costituisce, a mio parere, un tramite fra l'epoca degli intellettuali, scrittori, giornalisti e quella moderna del blog su INTERNET. C'è da riflettere sul fatto che chi lavorava sulle macchine meccaniche:

  1. aveva pochissime possibilità di sbagliare, pena il ricominciare da capo il foglo o, addirittura, l'intero lavoro;
  2. scriveva tutto, o quasi, di getto(vedi giornalisti) facendo affidamento sulle proprie conoscenze linguistiche/culturali, i trucchi del mestiere ed i propri strumenti stilistici;
  3. ne conseguiva, di norma, una più elevata qualità di contenuti ed una struttura più armonica del testo;
  4. in ultima analisi chi scriveva sui mezzi meccanici doveva essere culturalmente e professionalmente preparato.
A mio parere, quindi, il mezzo meccanico era uno strumento elitario. Il cui uso era destinato ad applicazioni professionali o intelletuali (a che pro riversare un diario privato su foglio dattilo scritto?). Mentre chi utilizza i moderni blog:
  1. può correggersi, anche dopo aver pubblicato [l'etichetta impone di lasciare traccia delle modifiche a sempiterna memoria(io sono un gran maleducato)];
  2. può lasciare un intervento in bozza a tempo indeterminato, oppure postdatarlo;
  3. può dedicare tutta la propria concentrazione al contenuto del messaggio da pubblicare, in quanto non gli è richiesto alcuno sforzo tecnico o metodologico;
  4. in conclusione chi scrive sui blog "può", anche se spesso pecca di sinteticità, linearità del discorso e di coerenza nel testo (IO PER PRIMO).

IO Penso che il blog sia uno strumento di comunicazione indubbiamente più democratico e fertile. Decisamente votato alla [CONCETTO-DIVERSITA'(neo-logismo derivante da bio-diversità)].
VOI INVECE COSA NE PENSATE????

Fonti / Citazioni / Ispirazioni:


pkakira

giovedì, gennaio 08, 2004

SI ARRICCHISCE IL DEPOSITO

Le città del Continente Olevanese diventano sempre più popolose ed il deposito delle opere di artigianato si riempie ulteriormente per soddisfare la curiosità e la fama di sapere dei lettori. L’Anonimo Olevanese, dal canto suo, ha rinvenuto altri reperti, visitato nuovi paesi ed incontrato nuova gente. Vediamo un po’.

per il momento basta, ma la fine è ancora lontana.