Pagine

giovedì, luglio 24, 2008

Giustizia è fatta!

Finalmente oggi è diventata legge il Lodo Alfano (?)... Ora i cittadini sono tutti più contenti. Finalmente la giustizia può funzionare. Certo tutti gli italiani non dormivano più la notte per la paura che le quattro più alte cariche dello Stato potessero essere incriminate (per reati comuni, ovviamente). Io nell'attesa ho perso dieci chili (una mia vicina mi ha chiesto che dieta stessi seguendo), un mio amico si è preso un esaurimento nervoso ... fortunatamente la legge è passata.
Ora dategli un po' di tempo ... poi avremo il delitto di lesa maestà, l'impunità assoluta, l'ereditarietà delle cariche .... a noi Domiziano ci faceva un baffo.
Io, però, rimango sempre del parere che bisogna escludere dalla punibilità tutte le cariche politiche, sindacali, ecclesiatiche, associative, remunerative, solidali, mistiche, ... così potremo pure mandare a casa polizia, carabinieri, finanzieri ... pensateci bene ... ogni giorno la televisione (anche oggi) ci parla delle imprese delle forze dell'ordine che smantellano società per delinquere, arrestano fior di delinquenti, imprigionano, catturano, scoprono, fermano ... ogni giorno.... Quando finirà? O tutta questa gentaglia entra in carcere dalla porta ed esce dalla finestra o nel carcere ci sono milioni di persone. Io non lo so!

6 commenti:

Antonio La Ciuccia ha detto...

Io mo non aggio capito se state scherzando o state pazziando. Io, che sono Antonio La Ciuccia che vi saluta molto indistintamente non è che mi interesso moltodi questa legge e mi dispiace per il Nonimo che se l'è presa tanto perchè non passava. Ma forse lui vuole fare il sarcasmico e non è tanto contento.
Sapete che vi dico ... Addà venì Baffone! Ma se in Italia venisse Baffone, sicuramente farebbe comunella con gli altri. Non è questa la giustizia che bisogna fare ... la giustizia vera è quella che protegge il cittadino e castiga i delinquenti. Tutto il resto è politica ed io della politica nun me ne intrigo per niente. Ora so che mi accuserete che la mia ignoranza non è come la vostra, ma non importa. Arripeto: la giustizia si ha quanto tutti i cittadini onesti sono contenti di come vanno le cose.
Ora vi saluto molto indistintamente e visto che mi trovo mi accomplimento per il vostro sito che mi sembra abbastanza buono.
Il vostro afffezionato Antonio La Ciuccia

CARMAL ha detto...

Bravo Antonio
angh'io la penso comm'a tia. La giustizia è una esiggenza umana, non occorre essere laureati o saper leggere e scrivere per sentire questo bisogno. Dove non c'è giustizia non c'è solidarietà, patto sociale, possibilita di vivere DIGNITOSAMENTE, ma l'Italia, patria del diritto, e delle assoluzioni tramite preghiere penitenzial, non è capace di rispettare le leggi. E' un vizio antico, pèersino i preti, a pagamento concedevano l'ingresso nel regno dei cieli , e ciò fu una delle causa della riforma protestante e della ulteriore evoluzione della storia d'Europa.

CARMAL ha detto...

Ma è possibile che una simile classe politica rapppresenti gli italiani? ma siamo scesi così in basso? Può darsi persino che bellachioma divenga presidente della repubblica ! che una persona simile sia un successore di De Nicola ed Einaudi. In un simile marasma in cosa possono sperare i nostri figli? Si dovrà riprendere ad emigrare per non diventare corrotti o mafiosi?
Al peggio non c'è mai fine e se un organismo corrotto non ha più sufficienti anticorpi muore.
E' una legge della biologia che si applica anche alla vicende umane. In Iran ad esempio, paese in cui la corruzione e l'oppressione la fanno da grandi, paese in cui tutti i giovani che possono farlo se ne vanno, prima o poi o vi sarà una crisi economica paurosa o una rivoluzione speriamo non sanguinosa. Purtroppo in Italia per merito o, se si preferisce, a causa della ingombrante presenza della Ecclesia, questo repulisti non avverrà mai. Il Papa ha stretto la mano ad un politico corrotto e corruttore, amico e protettore di mafiosi, seduttore (?) di veline ed altri squallidi prodotti della società televisiva. Povera Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiero in gran tempesta.
Sono preoccupato per l'avvenire, di mio figlio, dal pensiero che probabilmente dovrà emigrare.

Anonimo ha detto...

Caro Carmal,
ritengo che sia possibile, oltre che naturale, che questa classe politica rappresenti gli italiani. Questa classe politica è fatta di italiani eletti da italiani. Se votassero i somari, in Italia avremmo una classe politica di somari.
Ha ragione il nostro mitico Antonio La Ciuccia ... se in Italia venisse il mitico Baffone, farebbe come gli altri ... ed hai ragione tu quando dici "povera Italia di dolore ostello ...".
Solo una cosa: lascia stare il Papa ... fa il suo lavoro e credo lo faccia al meglio.
Un saluto
Giuseppe Fusillo

carmal ha detto...

Caro Giuseppe Fusillo,
mi permetto di non essere d'accordo sull'ultima parte del tuo giudizio.
Come durante il risorgimento il potere temporale fu una delle cause del ritardo della unità d'italia, i cui vantaggi col senno di poi sono tutti da dimostrare ( sarebbe stata molto meglio una confederazione italiana, come in Germania) così adesso la chiesa fa pesanti intrusioni nella politica italiana. Come mai ciò non avviene in Francia, in Gemania, in Austria o in Spagna, nazione molto dinamica, adesso, mentre sotto la dittattura di Franco, sostenuto dal clero spagnolo, era tra le ultime nazioni europee. Il Papa faccia il Papa ma la segreteria vaticana NON interferisca nella politica italiana e paghi le tasse in Italia come dovrebbero fare tutti. E non si dica che il Vaticano sia uno stato "puro" I rapporti Marcinkus, Sindona, Calvi non sono mai stati chiariti.
io sono della opinione di Cavour. "libera chiesa in libero stato"
Persino Gesù Cristo disse " a cesare quel che è di cesare, a dio quel che è di dio" mi senbra che il promo cattolico laico sia stato lui.

Cordialmente
Carmal

Antonio La Ciuccia ha detto...

Io non è che mi voglio intromettere nella vostra discussione. Ma siccome me lo ha detto mio nipote, che si chiama Antonio la Ciuccia come me , ma che non ha studiato poco come voi, ve lo dico. Il Papa fa il Papa e fa bene a parlare. Mica vi ha messo la pistola puntata? Voi date la colpa al Papa che l'Italia si è unita tardi? embe? Oggi ci sono quelli che la vogliono dividere e quelli che dicono che era meglio divisa. E se si voleva una confederazione ... nel 1800 chi doveva essere a capo di quella confederazione? Il Piemonte o l'Austria stessa come diceva qualcuno o il Papa, come diceva Gioberti? Secondo me dobbiamo ringraziare Dio che ci abbiamo il Papa ato ca fatti.
Il vostro Antonio La Ciuccia che vi saluta sempre più indistintamente